Eva (crimsontriforce) wrote in fanfic_italia,
Eva
crimsontriforce
fanfic_italia

[Lost Odyssey] Seth contava i mesi

Titolo: Seth contava i mesi
Fandom: Lost Odyssey
Personaggi: Seth, Kaim, Sarah, Ming
Rating: verde
Parole: 330
Genere: generale
Riassunto: I mille anni successivi sono stati più lieti, ma ogni era giunge a una fine.
Note: La trama poteva esser gestita meglio, via, ma i personaggi di LO mi sono piaciuti tanto tanto... con questa ficlet, nata per il MDF ma sempre rimasta un po' monca, ho provato a coccolarmeli un minimo e a dare una patchata al finale per come lo vedo funzionare a lungo termine.





Seth contava i mesi.




I dipinti si erano moltiplicati, nella vecchia casa sulla scogliera. Coprivano intere pareti, accalcandosi attorno alle tracce colorate lasciate sui muri da decine di mani infantili. Fogli secchi e ingialliti venivano sospinti sui marmi del pavimento come un tappeto autunnale. Il portone era rimasto aperto e la brezza soleva scompigliare i disegni, avvicinandoli in nuovi quadri d'insieme.

“Chiuso per viaggi – Sarah&Kaim”, aveva recitato un cartello giallo e rosa appeso sulla cancellata, ma la pioggia aveva lavato la sua vernice.
In paese dicevano che la villa fosse infestata. Era solo piena di ricordi che a volte tornavano a fare capolino.

Seth contava le settimane.

A Numara, i corridoi di palazzo ricordavano i volti di una fila di principi e principesse, bracci destri della regina a partire da quel primo re. La dinastia era finita con una figlia fragile, che non aveva passato l'estate, e la regina era scomparsa con l'autunno. Tempo dopo il regno l'aveva seguita fra le pieghe della Storia, lasciandosi alle spalle rovine bianche lambite dalle onde.

Trovarono Ming al riparo della scogliera, come aveva promesso. Sola com'era giunta a quel mondo, avvolta in un manto blu come l'oceano della sua Numara.
“È sempre stato un lungo sogno”, disse salutandoli con un sorriso triste. “Ma sono felice di stringere le vostre mani al risveglio.”
“Lo scorrere del mondo si fa gravoso.” Kaim la prese per mano.
“Abbiamo raccolto la felicità che cercavamo.”
Si incamminarono insieme. Le lunghe vesti da viaggio cancellavano a ogni passo le orme sulla sabbia.

Seth contava i giorni.

Lo specchio d'acqua della caverna li attendeva pallido e piatto come Sarah aveva predetto. Vi si riunirono in silenzio, desiderando uno specchio, riflettendovi i lunghi secoli delle loro vite, e la magia che avevano intessuto in sé scivolò sull'acqua e creò uno Specchio che tradisse le luci di casa.
Il mondo restò più vuoto.

Seth ricordava il tocco di una forma fisica e li circondò tutti con il calore di un abbraccio. Era passato troppo tempo.




Tags: autore: crimsontriforce, fanfiction, lost odissey
Subscribe
  • Post a new comment

    Error

    Comments allowed for members only

    Anonymous comments are disabled in this journal

    default userpic

    Your IP address will be recorded 

  • 3 comments