October 31st, 2011

IlCastelloinCielo

[ Howl's Moving Castle ] Il Castello nel Libro: Dolcetto o scherzetto? (quarto racconto)

Titolo: Il Castello nel Libro
Fandom: Howl's Moving Castle
Personaggi: Un po' tutti
Parte: Raccolta di racconti slegati.
Rating: Variabile a seconda del racconto
Riassunto: “Il Castello nel Libro” è una raccolta di brevi (alcune più, altre meno) fanfics ispirate esclusivamente alla versione cartacea delle vicende di Howl e Sophie.


INDICE

I. Fusa di Mezzanotte [post Il Castello in Aria]: Howl rimpiange la forma felina di Sophie… Rating Arancione.

II. D’ortensie Arancioni e Amori non Corrisposti [post La casa per ognidove]: I sogni ad occhi aperti di Charmain e Peter…molto distanti l’uno dall’altro! Rating Verde.

III. I capricci di Twinkle [Tra il capitolo 7 ed il capitolo 10 de La casa per ogni dove] In cui Howl, abbandonati i panni di Twinkle per motivi pratici, ha un’intuizione. Rating Giallo.
Prompt: Il castello errante di Howl, Howl/Sophie, "Piantala di fare il cascamorto!" (dalla piscinadiprompt). 

IV.  Dolcetto o scherzetto? [post Il castello errante]: Una piccola storiella senza pretese con qualche riferimento alle leggende di questa festa, e tanti dolci! Rating Verde.

Buon Halloween a tutti ^o^

Woke Up This Morning and Found Myself Dead [Originale]

Titolo:  Woke Up This Morning and Found Myself Dead
Fandom: originale
Personaggi: Annabelle, Iz, Hendrix, Shantelle, Peanut, Montana, Luois, Ramones e Mona.
Parte: prologo + primo capitolo
Rating: giallo
Riassunto: Una storia intrisa di sarcasmo che non spera di essere realistica, ma solo di trattare una trama inflazionata in modo un pò particolare attraverso gli occhi di una protagonista senza peli sulla lingua. Cosa potrebbe accadere se una ragazza cinica fissata con le liste, i numeri e la pulizia dovesse ritrovarsi al posto di una sua sosia che vuole rubarle la vita a contatto con alcuni abitanti molto particolari di New York? Riuscirà a tornare a casa?

Dal prologo:
Ho imparato tante cose da mio padre, ma credo che la più importante sia contare.
Per tutta la vita ho contato ogni stupida cosa che mi circondava. Dalle automobili, alle case, fino ai bottoni delle camicie per passare alle zigrinature di un coltello da tavola. Ho imparato ad incamerare i dati, a metterli insieme, a collegarli come se fossero una cosa sola. Ho imparato a fare delle liste. Lunghe piene di particolari e in grado di portarti sempre alla meta che desideri.
“Annabelle, perché non ti appunti quello che devi fare. Così non lo scorderai!” mi disse un girono quando ero ancora piccola e allora io presi un foglio dalla sua scrivania e mi segnai quello che dovevo fare quel giorno. L’abitudine mi portò a calcolare tutte le alternative per raggiungere i miei scopi, per emergere rispetto alla massa informe dei miei coetanei.
In quinta elementare vinsi il premio per il miglior spelling della contea. Sillabai ben centocinquanta parole alcune contenenti quattordici lettere. Furono quattro round in tutto e io saprei anche dirvi quante persone c’erano nella sala o i numeri degli altri concorrenti.
La razionalità è sempre stata la mia chiave di vita preferita. Quando tutto è ordinato, quando tutto è precisamente incasellato nel modo a me più consono allora vuol dire che posso domarlo, che in fondo non fa così paura. Se sai sempre cosa vuoi, se hai un obbiettivo da raggiungere e decidi veramente di farlo, non perché segui qualche slogan sull’autostima da pubblicità degli assorbenti, ma perché hai proprio deciso che quella cosa deve accadere e che tu sarai l’artefice, allora non puoi che iniziare a contare quanto ti manca per raggiungerla.

Note:
- non è una storia seria nè che pretende di dare uno spaccato realistico sugli USA o su New York. Nasce da un mio viaggio a New York di quest'estate e quindi molte cose le ho prese da lì molte me le sono inventate. E' molto soggettiva, molto limitata come visuale, me ne rendo conto.
- la trama sarà particolarmente surreale perchè parte da qualcosa di insensato come uno scambio di persona, ma spero di poter spiegare alcune cose nel corso della storia.
- tutte le battute di Annabelle non esprimono sempre mie opinioni, ma semplicemente quelle di un personaggio cinico, realista e molto disamorato


Così, debbotto

Cari fiffaroli,

vi chiederete 'chi cavolo è questa qua?' e ne avreste anche ben donde... Non starò a tediarvi con aria fritta (mhhh di cosa saprà l'aria fritta?) parlando di lavoro, parti gemellari, invasioni aliene e del fatto che il cane che non possiedo mi ha mangiato le bozze degli ultimi 30 post, anche perchè sono qui di volata per chiedervi una cosa di estrema importanza.

Visto e considerato che dubito di avere la forza di non-gestire la comm dedicata al Nanowrimo quest'anno, e visto e considerato che a Novembre ho 3 congressi e 1 torneo di Burraco in Hotel che mi fanno venire gli incubi anche senza il Nanowrimo, devoti, adorabili, adorati fiffaroli che state allegramente facendo autogestione quest'anno mentre le mod assaggiano il sapore aspro dell'essere adulte e irresponsabili... dicevo.. a sole tredici ore dall'inizio del Nanowrimo, COSA state facendo?
Pensate di partecipare quest'anno?
Avete già delle idee?
Avete già diramato avvisi a conoscenti, parenti, colleghi e capiservizio per avvisare che no, non siete morti e in putrefazione ma che siete asserragliati in casa davanti alla macchina da scrivere con negli occhi il brillio insano di Jack Nicholson in Shining? All work and no play make Jack a dull boy, all work and no play make Jack a dull boy..

REDRUM!

Quindi! Dicevamo! Cosa fate? Cosa pensate? Cosa vorreste fare? E soprattutto, preferite il lato a o il lato b? Ehm... non divaghiamo...

Personalmente, penso che non avrò tempo né creatività (ahimè, si è data alla macchia) da dedicare al Nanowrimo vero e proprio quindi avevo proposto alla mia sempre amata fiorediloto di fare una mini mini mini mini sfidina commisurata ai nostri impegni, e di accontentarci di una 'soluzione al 7%' per restare in ambito Holmesiano... praticamente ci andrà di lusso se arriveremo a 3500 parole in un mese e credetemi, cari fiffaroli, sono lontani i fasti delle 10k in un giorno! D:

POPOLO! ESPRIMETEVI!

E giusto perchè è Halloween e io devo andare a lavorare e qui dentro si batte la fiacca da troppo tempo, posso darvi un prompt a sorpresa? Così? In memoria dei bei vecchi tempi in cui non avevo un cavolo da fare e potevo darvi un prompt al giorno?

Sì? No? Per alzata di mano... ogni dissenziente verrà regolarmente processato. O forse no.

Bene! Io ve lo do lo stesso! Ma non aspettatevi niente di originale...

Promptus Fifficus Halloweeniensis

...Halloween

...vi avevo detto che non era originale.

Sempre invisibilmente al vostro sevizio,
SK - sarabakanashimi & Fiorediloto - fiorediloto
VI VEDIAMO ANCHE QUANDO NON VI GUARDIAMO.
gen | penito

[Homestuck] We Have All The Time In The World

Titolo: We Have All The Time In The World
Autrice: lisachanoando (lizonair)
Beta: No one, no one, nooo oooone /O\
Capitolo: 1/1.
Fandom: Homestuck. Mod? Tag? *occhioni*
Personaggi/Pairing: Dave Strider, Rose Lalonde.
Genere: Introspettivo.
Rating: PG.
Avvertimenti: Angst, Gen, Spoiler per tutto l'Act5.
Wordcount: 1491
Riassunto: "Rose gli ricambia l’occhiata, inarcando un sopracciglio, le labbra arricciate in una smorfia insofferente."
Note: Scritta per il secondo numero di squeetalia, su prompt in bianco e nero, ispirandomi ad uno dei miei pezzi preferiti di Homestuck, verso la fine dell'Act5, quando Rose "ruba" a Dave la missione suicida per la distruzione del Sole Verde X3 Cocchini, voi ;_; Avrei potuto scrivere dell'incest e invece è venuta fuori una puccinata gen a caso, ma ne sono felice ♥

Collapse )