Margherota (margherota) wrote in fanfic_italia,
Margherota
margherota
fanfic_italia

[Glee] Fat Bottomed Girl

*Autore: margherota
*Titolo: Fat Bottomed Girl
*Fandom: Glee
*Personaggi/Pair: Noah Puckerman, Lauren Zizes/ Pizes
*Genere: Commedia, Fluff
*Avvertimenti: Double Drabble, Drabble, Missing Moment, What if...?
*Rating: Verde/Giallo
*Prompt: Panna e cioccolato
*Note: Continua la mia raccolta Luck con altre 5 piccole Double Drabble PuckLauren (L) Non riuscendo a trovare nella lista di prompt disponibili uno che iniziasse con la "z", purtroppo mi sono dovuta accontentare di un'altra "s", chiedo venia è.è''

Economia domestica aveva innumerevoli vantaggi, agli occhi di Lauren. Non che le servisse davvero qualche dote in più per essere ancora meglio di quanto già non fosse, ma quantomeno, a fine di ogni lezione, si poteva mangiare liberamente ogni cosa cucinata in quell'ora di assoluto svago, strafogandosi con i biscotti, le torte e i vari piatti che riusciva a cucinare - perfettamente, ma non era necessario dirlo.
Per questo, di fronte a quel che restava di una torta alla panna e cioccolato, trovò davvero seccante lo sguardo famelico che Noah le rivolse, nel vederla girovagare a scuola mentre finiva quanto rimasto della sua merenda.
-Quella torta è tutta per te?-
Lei scandì bene le parole, nel caso il ragazzo non capisse.
-Totalmente per me, Puckerman!-
Lui assunse un'espressione dolce - perché sapeva che se provava quella sexy si sarebbe ritrovato a gambe all'aria in meno di cinque secondi.
-Non ne lasci indietro neanche una fettina?-
-Neanche se mi baci i piedi e stendi un tappeto rosso dove cammino!-
-E se semplicemente ti porto a mangiare fuori, stasera... solo io e te?-
Lei lo guardò, a lungo, mangiando l'ennesimo pezzo di torta con lentezza estenuante.
-Non penso che ci sia bisogno di dirlo, ma è ovvio che paghi tu!-
Un sorriso sagace, un'espressione complice.
-Tutto ciò con cui riesci ad abbuffarti, Lauren!-
E il piatto dalle mani di lei passò rapido nelle mani di lui.



Prompt: I want it all, Queen
*Note: Durante l'ipotetico appuntamento che ho descritto nella drabble precedente (L)

La sera era bella, con una mezza Luna che compariva di tanto in tanto al di là delle poche nuvole scure e delle fronde degli alberi. E tante, tante stelle luminose.
La mano di Puck, nonostante fosse più piccola della sua, riusciva ad avere una stretta decisa - piacevole, dopotutto.
Però Lauren sentì il bisogno di rompere quel momento con un'osservazione che la salvasse dall'essere gentile e troppo dolce.
-Puckerman, sembri più serio del solito. Stai male?-
Lui non cedette alla sua ironia, guardandola come si guarda qualcuno di davvero amato.
-No, stavo pensando...-
-Comincio a essere preoccupata, allora...-
Giocò con le sue mani, prima di essere davvero sincero.
-Penso di volerti, Lauren...-
Lei fece una smorfia, rifugiandosi ancora distante, in parole di scherno.
-Non ti basta un meraviglioso appuntamento con me?-
-No, penso di volerti completamente e interamente per me...-
Lauren capì, al di là dello splendore del suo vestito color blu elettrico e del completo elegante di lui.
Guardò quindi per terra, chinandosi appena in avanti, e poi il vuoto, luccicante di lampioni e di luci alle finestre lungo la strada.
-Questa la devo prendere come un'altra delle tue dichiarazioni d'amore stupide e prive di senso? Perché se è così, mi piace...-
-Non credo di poter essere più stupido di così, neanche se mi impegnassi...-
Infine, Lauren guardò lui, con un sorriso che gli parve il più bello del mondo.
-Per questo mi piaci tanto, Puckerman!-



Prompt: Se per innamorarsi basta un'ora [Loretta Goggi, Maledetta primavera]
*Note: Missing Moment scaturito dopo il primo incontro tra Puck e Lauren (L)

Se per innamorarsi basta un'ora, Puck è sicuro che quello che è capitato in meno di dieci minuti tra lui e Lauren sia qualcosa di assai simile.
Certo, non si può definire romantico, un incontro del genere. Non si può definire neanche normale, o una serie di altre definizioni che la sua praticità da "cattivo ragazzo" non trova .
Inaspettato - come un colpo di fulmine.
Questa volta Puck non ha dovuto fingere niente. Si è semplicemente trovato a desiderare e non essere desiderato, soggetto e non oggetto del desiderio.
Probabilmente per questo non smette di trovare adorabile quella smorfia contrita sul suo viso che assomiglia tanto ad un sorriso.
Lui, lui solo ne è davvero capace.



Prompt: "Er hat sie berührt / Ohne Liebe sie verführt / Er hat sie berührt / Ohne Liebe sie verführt." ("L'ha toccata / Sedotta senza amore / L'ha toccata / Sedotta senza amore." | da Ohne Liebe - Subway to Sally)
*Note: Questa direi che vira più verso l'arancione, chiedo perdono ma non ho resistito con un prompt simile ç////////ç

Puck è abituato ad avere altri tipi di curve sotto le dita, in realtà. Curve più mature, magari. Curve un po' meno libidinose - abbondanti, ecco la parola giusta. Davanti agli occhi magari ha sempre avuto sorrisi imperlati di rossetti appariscenti e visi perfettamente rimodellati da make up e maschere di bellezza, dove gli anni stanno solo sul certificato di nascita ma in nessuna ruga. Ed era contento di questo, perché non conosceva altro.
Quando però ha toccato per la prima volta Lauren, sul viso in una carezza lenta, ha sentito subito la differenza - era morbida e calda, non aveva bisogno di mostrarsi seducente perché era bellissima.
Quando però ha baciato per la prima volta Lauren, sulle labbra con la propria bocca, ha sentito subito la differenza - non aveva bisogno di trucco per risultare perfetta, seppur in una singolarità che la rendeva più che speciale.
Sedotto così, senza possibilità d'appello o di redenzione, da due occhi privi di pietà e dalla volontà di lei, dura e ferma, di non concedere nulla che non sia vero amore.
Più o meno, quello che lui ha sentito subito, per lei.
E lui sì, è disposto anche a sacrificare ogni canone sano di bellezza, rivalutando ogni normale concezione, pur di rendere questo desiderio una realtà anche sua.



Prompt: Scatola
*Note: Questa ultima drabble vuole, come dire, aprire la strada per un'altra serie di piccolette, dacché ho interpretato il prompt "scatola" penso in maniera particolare. Spero vi piaccia, è stato per me una specie di colpo di fulmine XD

-Cos'è questa?-
Noah agita in mano un pacco datogli da Lauren, con un'espressione incredula. Lei lo aiuta scocciata.
-Puckerman, non ho mai creduto che il tuo cervello funzionasse appieno, ma pensavo che i tuoi occhi fossero salvi...-
Lo sguardo del ragazzo non è ironico, ma intriso di reale curiosità.
-Cosa c'è dentro questa scatola?-
Zizes sorride, maliziosa, gongolandosi della propria furbizia.
-Hai detto di volermi corteggiare. Bene, dentro quella scatola ci sono tanti consigli per farlo!-
Il contenuto viene scoperto - Noah non fa che sorprendersi ulteriormente, per tutti quei fogliettini.
-Sono tantissimi!-
-Non sei contento? Così hai un'ampia scelta!-
Un uomo sa quando è il momento di mostrarsi - Puck non può far altro che accettare la sfida, sorridendo.
Tags: autore: margherota, fanfiction, glee
Subscribe
  • Post a new comment

    Error

    Comments allowed for members only

    Anonymous comments are disabled in this journal

    default userpic

    Your IP address will be recorded 

  • 0 comments